LA LANTERNA MAGICA

[vc_row no_margin=”true” padding_top=”0px” padding_bottom=”0px” border=”none”][vc_column width=”1/1″]

Niccolò Paganini nacque a Genova il 27 ottobre 1782 in una modesta famiglia.
All’età di 7 anni ricevette le prime lezioni di mandolino, passando subito allo studio del violino. Nell’arco di pochi mesi il piccolo Niccolò sviluppò capacità tecniche che avrebbero fatto in seguito di lui il più grande e leggendario violinista di tutti i tempi.
Dal 1801 al 1804 sparì dalle scene pubbliche per andare a vivere con una donna che amava. Niccolò le dedica una composizione per chitarra sola: minuetto che va chiamando Dida.
La chitarra divenne, assieme al violino, la sua compagna di viaggio attraverso l’Italia e l’Europa. Con la chitarra componeva e accompagnava la musica da camera con archi: duetti, trii e quartetti di grande bellezza musicale.
Il Centone di Sonate per violino e chitarra, composto dopo il 1828 è una raccolta di 18 bellissime sonate. L’equilibrio della forma e la bellezza dei temi musicali fanno del Centone una delle raccolte più belle del grande maestro genovese.
Nella musica da camera di Paganini il virtuosismo trascendentale cede il posto ad un’anima semplice e legata agli intimi affetti e ci svela il rapporto tra belcanto italiano e musica popolare, quella della sua Genova con le strade strettissime incastrate tra i monti ed il mare. Ci parla del suo modo di vedere il mondo, come fosse una Lanterna Magica con gli occhi semplici e meravigliati di un bambino.

Programma della serata

Sonata 6 * Larghetto cantabile, Rondo’ Allegro assai
Sonata 18 * Allegro Presto, Rondo’ a Balletto, Allegro Vivissimo
Romanza ° Piu’ tosto Largo Amorosamente, Andantino variato
Sonata 15 * Introduzione Maestoso, Tema con variazioni, Andante Moderato, Rondo’ Allegretto

* dal manoscritto Centone di Sonate per Violino e Chitarra (1828)
° dalla Gran Sonata a Chitarra sola con accompagnamento di Violino (1803)

[/vc_column][/vc_row]