ESTRO POETICO-ARMONICO

[vc_row no_margin=”true” padding_top=”0px” padding_bottom=”0px” border=”none”][vc_column width=”1/1″]

L’Estro poetico-armonico di Benedetto Marcello, è un’opera straordinaria sia per la sua ampiezza che per la sua originalità: pubblicata a Venezia tra il 1724 e il 1726, in otto volumi corredati di lunghe presentazioni e commenti di musicisti come Telemann, Mattheson e Bononcini, contiene cinquanta mottetti per diverse formazioni, con arie, ariosi, cori, mescolando stili antichi e moderni e inserendo a volte monodie tradizionali, raccolte da Marcello con una ‘ricerca etnomusicologica’ ante litteram.
Il programma s’iscrive naturalmente nell’orizzonte del lavoro compiuto da l’Amoroso da quasi due decenni a questa parte: la ricerca sulla famiglia delle viole, associata alla pratica musicale.
Con questo concerto l’ensemble celebra in modo originale il suo primo interesse, cioè il repertorio italiano con viole da gamba, di cui è ormai riconosciuto come autorevole interprete.

Programma

Estro Poetico-Armonico
Benedetto Marcello (1686-1739)

Sonata in do minore
Largo, Presto, Grave, Presto – 1736 ca. per viola da gamba, violoncello e basso continuo

Salmo XXXVIII         
In mezzo alle miserie (Dixi, custodiam vias meas – 1726) per soprano e basso continuo

Fuga in sol minore
per clavicembalo e basso continuo

Salmo XXI      
Volgi, mio Dio (Deus, Deus meus, respice in me – 1724) per alto, due violette & basso continuo

Salmo XXVII
A te Signor che mio sostegno (Ad te Domine clamabo – 1725) per soprano, alto e basso continuo

•• •• •• •• •• •• •• •• •• •• •• •• •• •• ••

L’AMOROSO dir. Guido Balestracci

Caroline Pelon soprano
Mélodie Ruvio alto
Antonio Magarelli monodista
Guido Balestracci viola da gamba
Martin Zeller viola da gamba e violoncello
Gioacchino De Padova viola da gamba
Manuel de Grange tiorba e liuto
Paolo Corsi clavicembalo e organo