Anima Mea 2018 | X edizione

Anima Mea è alla X Edizione e ci tocca fare un bilancio, cominciando dai numeri: abbiamo proposto al vostro ascolto oltre 500 artisti in 118 spettacoli in 18 Comuni della Regione; dalle nostre produzioni sono nati 7 CD e 4 tournée internazionali.
Dopo alcuni anni di attività in rete con altri festival e stagioni musicali di Puglia, abbiamo dato vita ad un organismo stabile, Orfeo Futuro – Rete della Musica d’Arte, con il quale abbiamo ottenuto un importante contributo dal Programma per la Cultura della Regione Puglia per le attività del triennio 2017-19.
Il progetto di questa rete si articola su molti fronti, ciascuno dei quali indicato con una diversa coniugazione del dio musicale: Orfeo dal Mondo (per i progetti internazionali), Orfeo Giovani (per quei gruppi e solisti all’inizio della carriera), Orfeo Domani (quando al centro sono bambini e ragazzi), Orfeo di Puglia (quando le musiche sono pescate nell’enorme serbatoio creativo della nostra regione). Infine con Orfeo di Oggi vi segnaliamo le nostre rare incursioni nella nuova musica d’arte.
Per Anima Mea inoltre si conferma il contributo dal Fondo Unico dello Spettacolo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, per il triennio 2018-20. Abbiamo avviato collaborazioni stabili con numerosi enti pubblici e privati, che contribuiscono alle nostre attività con preziosi apporti in natura: in primo luogo la Città Metropolitana di Bari, il Comune di Ruvo di Puglia, la Fondazione Petruzzelli.
Non mancano i problemi, in primo luogo quelli derivanti dalle incertezze nei rapporti con le Amministrazioni Comunali che vivono in questi anni molte difficoltà finanziarie, aggravate dalle lentezze delle decisioni politiche. Tuttavia vogliamo ribadire la nostra volontà di proporre il festival in più città della provincia, invogliando tutti voi a seguirci nei bellissimi edifici in cui proponiamo i concerti e visitabili durante le consuete Passeggiate d’Arte.
Quest’anno abbiamo costruito Anima Mea seguendo ancora le direttrici predilette, quella dei repertori dal Rinascimento al Barocco, eseguiti con strumenti storici, e quella della musica nuova in vario modo ispirata all’antico: solisti d’eccezione ed ensemble leader nel panorama europeo, grande repertorio e partiture appena ripescate dall’oblio del tempo.
Come sempre ci sono molte novità e qualche gradito ritorno: presentiamo le loro proposte nelle pagine seguenti, ma qui vogliamo segnalare l’ensemble Abchordis, perché nella sua prima volta ad Anima Mea era un ensemble di giovanissimi talenti ed oggi è uno dei gruppi più acclamati della scena barocca europea: ne siamo felici e anche un po’ fieri.
Una novità assoluta per noi, e speriamo che diventi un appuntamento fisso, è la straordinaria orchestra di ragazzi costituita unendo alcuni gruppi di giovani strumentisti attivi in altrettante scuole del territorio: una bellissima realtà che contiene il futuro del nostro mondo musicale. Eseguiranno, tra l’altro, un brano composto espressamente per loro su commissione di Anima Mea.
Abbiamo voluto mettere il concerto di questi ragazzi, Happiness Trains, idealmente accanto ad una mostra fotografica, Note di viaggio, che racconta una storia di tanti anni fa, una storia di bambini e di donne: vorremmo in questo modo contribuire ad uno sguardo aperto sul presente, uno sguardo raccolto tra memoria e futuro.

Gioacchino De Padova

Direttore Artistico, Gioacchino De Padova
Responsabile Progetti Scuola e Università, Annamaria Bonsante
Compositore in Residenza, Gianvincenzo Cresta
Ufficio Stampa e Comunicazione, Francesco Mazzotta
Progetto Grafico, Antonello Fino
Tecnico di Palcoscenico, Michele Napoletano
Amministrazione, Studio Giovine

Con la collaborazione degli studenti del Liceo Simone-Morea di Conversano impegnati nelle attività di Alternanza Scuola Lavoro